Deludere o illudersi

Quante volte avrai fatto qualcosa che non hai potuto frenare,  intendo quelle spinte che nascono nel profondo tra il petto e lo stomaco, che hanno una forza incontrastabile dentro te, che con tutta la tua buona ragione, riesci solo a velare con un sottile strato di ragionevolezza, ma che poi non serve a nulla perché la maglia della razionalità è troppo poco fitta per nascondere quel desiderio, quella voglia diventata oramai cosi forte da trasformarsi in una necessità, l’esigenza del cuore. Si, perché in questi momenti è cosi che va, è il cuore a mettere in moto la parte più nascosta di ognuno di noi, quella che ti mette a nudo, quella che ti spinge ad arrivare fin li, al bordo del burrone, pronto a saltare verso qualcosa di ignoto,  ne sei cosi pieno di quell’impeto, che nonostante tu abbia provato a dissuaderti con ogni vano mezzo riflessivo,  è comunque giunto il momento di lanciarti e scoprire cosa accadrà. Se il mio istinto, se il mio cuore, mi hanno spinto ad osare, una motivo ci sarà, è questo che pensi in quell’attimo prima di spingerti oltre, e questo che accade quando avventuri quel passo verso qualcuno che hai amato, e non vorresti perdere,  perché lo sai bene che mai andrà via da quel posto che ha occupato dentro te. 

Ti sei lanciato, non pensavi mai di riuscirci, ma lo hai fatto, hai pensato a come sarebbe stato, a cosa dire, cosa ti saresti potuto aspettare, ma tutto inutile, perché nulla è prevedibile in amore, eppure ci provi lo stesso, è inevitabile, perché vorresti farle capire ogni cosa che fino a quel momento pensavi di non aver detto o fatto nel modo corretto.

Di fronte a te c’è lei, bella come lo è sempre stata per te, tieni i pugni chiusi, serrati cosi forte che le dita ti fanno male, come per non lasciare andare via nessun pensiero, nessuna emozione, eppure, nonostante tutto, leggi nei suoi occhi che hai sbagliato ancora una volta, il suo tono è pacifico, le note della sue parole non trovano posto nel pentagramma della tua melodia, non riesci ad accordare le corde che fanno vibrare le vostre anime e non ti rimane null’altro che dire “forse ho sbagliato a venirti a cercare“. Allora non puoi fare altro che accettare che forse era meglio non sapere e illudersi, che avresti potuto non perderla, piuttosto che deludere chi ami, perché in fondo non esiste un rimedio, un antidoto, per smettere di amare, ma un dolce veleno che ti farà amare oltre, quell’oltre che ti permetterà di capire che non deludere e ferire chi ami è tutto ciò che ti rimane.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Gilda

    “Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente, beh, equivale a non vivere. Ma devi tentare perché se non hai tentato non hai mai vissuto.”

    E aggiungo.. Fino alla fine…
    Ciò che si rompe, tra l’altro, si rompe nel tempo…ed almeno tu puoi dirti invece “ho fatto tutto,fino all’ultimo”

    La rottura.. Se è “delusione provocata” ha un altro “problema” a monte..

    La cosa che probabilmente non condivido, personalmente, è direttamente arrivare a quel punto! Perché, beh.. Quando il fuoco si accende sulla montagna, la si deve rendere visibile subito e aumentare più che puoi! Con tutta la forza che hai in corpo! E sono certa che se le anime trovano lo “stesso accordo per vibrare insieme”… Beh.. Allora Yanar Dag!

  2. Gilda

    Tra l’altro.. Tutto ciò che hai affermato prima.. Sul seguire il cuore.. È in netto contrasto con l’illusione di cui parli… Io l’illusione che descrivi, accostata alla volontà di non deludere… La chiamo paura.

    La delusione ed il ferire sono cose che spesso non dipendono direttamente da noi! Ma da ciò che pensiamo di volere e proiettiamo in qualcuno che alla fine è diverso da ciò che vogliamo.. O pensiamo di volere…

    Tutto ciò che descrivi sul seguire il cuore.. È stupendo! Ma la vera magia è il non spegnere nulla, non pensare fino all’ultimo! Al di là dell’esito… Del “e vissero felici e contenti”

Lascia un commento

Deludere o illudersi